Software for sustainable cities
Terranova Logo
  1. News>
  2. Giornata Mondiale Per La Lotta Alla Desertificazione E Alla Siccita 2024
Approfondimenti | 17/6/2024

Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità 2024

Giornata Mondiale Siccit E Desertificazione Soluzioni Software Per Servizio Idrico Integrato Sostenibile

Il 17 giugno si celebra la giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità (World Day to Combat Desertification and Drought) con l’obiettivo di sensibilizzare i governi, le organizzazioni di tutto il mondo, ma anche i singoli individui sulla responsabilità individuale e collettiva nell’utilizzo sostenibile e consapevole della risorsa idrica. Questo, con il fine di prevenire la desertificazione e mitigare la siccità.

Una delle azioni promosse dalle Nazioni Unite per difendere il territorio è la gestione sostenibile della risorsa idrica. I nostri esperti di prodotto studiano e fanno ricerca da più di 20 anni per poter offrire alle Utilities idriche soluzioni che possano supportarle verso una filiera sempre più sostenibile e di valore per il futuro del pianeta!

0%

Della superficie terrestre è già considerata degradata

0MLN

Di ettari di terreno si degrada ogni anno

Fonte: UNCCD

0MRD

Di giovani vive nei paesi direttamente dipendenti dalla terra

World Day to Combat Desertification and Drought: verso la neutralità in termini di degrado del suolo

Il 30 gennaio 1995 è stata proclamata, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il World Day to Combat Desertification and Drought (WDCDD), ovvero la giornata mondiale contro la desertificazione e la siccità nel mondo che si celebra ogni anno il 17 giugno. Il protagonista di questa giornata è il nostro terreno che, se degradato, non può garantire la stabilità di miliardi di persone in tutto il mondo. Il degrado del suolo è, infatti, una riduzione totale o parziale della capacità produttiva biologica ed economica della risorsa del suolo. 

Siccità in Italia e nel mondo: una crisi idrica sempre più impattante

Negli ultimi anni, la siccità nel pianeta Terra è aumentata notevolmente, mettendo in serio pericolo gran parte della popolazione mondiale: nel rapporto Drought in Numbers 2022 delle Nazioni Unite possiamo leggere, infatti, che negli ultimi cinquant’anni la siccità ha causato circa 650 mila vittime, che un quarto della popolazione non ha accesso oggi ad acqua potabile sicura e che, entro il 2050, tra 4,8 e 5,7 miliardi di persone, subirà gli effetti della carenza di acqua per almeno un mese all'anno. Tuttavia, questi sono numeri che diventano ancora più gravi se consideriamo che l'acqua dolce realmente disponibile per tutti gli organismi viventi, risulti meno dell'1% di quella presente sul pianeta Terra: il resto dell'acqua è quella salata dei mari e quella intrappolata nei ghiacciai e nelle calotte polari.

Secondo il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), una percentuale tra il 6% e il 15% della popolazione in Italia, risiede oggi in aree esposte a siccità severa o estrema.

#UnitiPerLaTerra

Il tema di quest’anno sarà “Uniti per la terra. La nostra eredità. Il nostro futuro” e sarà un’occasione per ricordare a tutti che la Land Degradation Neutrality, ovvero la neutralità a livello di degrado del suolo (LDN), è raggiungibile entro il 2030: un mondo in cui l'attività umana abbia un impatto neutro, o addirittura positivo, sul territorio. 

L’uso insostenibile delle risorse idriche, l’inquinamento e il riscaldamento globale stanno drenando la linfa vitale dell'umanità.

Antònio Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite

Il 17 giugno 2024 sarà anche il 30° anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite contro la Desertificazione (UNCCD), l’unico trattato internazionale giuridicamente vincolante sulla gestione del nostro terreno. Lo scopo della Convenzione è quello di supportare le nazioni attraverso azioni concrete e strategie pluriennali. Attualmente, le azioni sono rivolte verso gli obiettivi del quadro strategico UNCCD 2018 – 2030:

Negli ultimi anni, l’Italia ha aderito sia al progetto sulla Land Degradation Neutrality (LDN), sia alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la desertificazione (UNCCD) in veste di paese donatore, ma anche in veste di paese colpito dalla crisi idrica. Infatti, nel 1997, il Ministero dell’Ambiente ha istituito il Comitato Nazionale di Lotta alla Siccità ed alla Desertificazione (CNLSD) con il fine di coordinare l’attuazione della Convenzione in Italia. Di conseguenza, due anni dopo, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) ha adottato il “Programma di azione nazionale per la lotta alla siccità e alla desertificazione”: azioni concrete da mettere in atto, sia a livello statale che regionale, per mitigare il degrado in Italia. Sono quattro i settori su cui si sviluppa questo programma: protezione del suolo, riduzione dell’impatto delle attività produttive, riequilibrio del territorio e gestione sostenibile delle risorse idriche.

Sostenibilità

In che modo il gestore può abilitare la tutela della risorsa idrica?

Le soluzioni software di Terranova dedicate al Servizio Idrico Integrato sfruttano le più avanzate tecnologie e modelli di Intelligenza artificiale per una gestione sostenibile della risorsa acqua. Infatti, il cliente finale diventa soggetto attivo nel raggiungimento degli obiettivi comuni di sostenibilità: il gestore può offrire strumenti multicanale o full digital e, migliorare così, la customer experience, aspetto che diventa fondamentale nella creazione di una relazione di fiducia e che può portare il cliente a collaborare verso questi obiettivi. Ma in che modo i canali digitali migliorano l’esperienza del cliente? Nel momento in cui il cliente, attraverso questi canali, entra in contatto con il gestore, lascia delle “tracce” che possono essere raccolte, elaborate e trasformate in dati. L’analisi di questi dati permette di conoscere a fondo il cliente e i suoi bisogni e, quindi, di gestirlo in maniera personalizzata e secondo le sue esigenze. D’altro canto, i canali digitali consentono al cliente maggior controllo della propria fornitura e maggiore consapevolezza del proprio ruolo all’interno del servizio idrico, potendo monitorare in real-time i propri consumi e rilevare in maniera preventiva eventuali perdite nella rete. I dati riguardo ai consumi potranno essere oggi ancora più affidabili grazie agli smart meter, contatori dell'acqua digitali che raccolgono ogni giorno il consumo idrico del paese. L'Intelligenza artificiale rappresenta un ulteriore strumento che può supportare il gestore contro le perdite idriche: può efficientare il calcolo della plausibilità di un consumo e rilevare le perdite attraverso informazioni ottenute da una distribuzione capillare di sensori lungo la rete.

Calcolo addebiti Reflui industriali

Webinar archives

Scopri la nostra soluzione verticale, automatizzata e integrabile per gestire in modo sostenibile e semplice i reflui industriali

Potrebbe interessarti anche...

17/7/2024

Cos’è e come funziona il ciclo integrato dell’acqua?

Leggi di più
terranova logo

11/7/2024

Case study: Valle Umbra Servizi | Il salto di qualità con Terranova

Leggi di più
terranova logo

14/6/2024

Gestione sostenibile del cliente in un mercato idrico in continua evoluzione

Leggi di più
Condividi Facebook Whatsapp
Contattaci

Contatti

Ti abbiamo incuriosito? Scrivici!

Saremo felici di approfondire le tue necessità e capire come possiamo diventare il partner ideale per le esigenze di digitalizzazione, innovazione e sostenibilità del tuo business.