Software for sustainable cities
Terranova Logo
  1. News>
  2. Smart Metering E Smart Grid Ecosistema a Supporto Del Gestore Idrico
Approfondimenti | 18/9/2023

Smart Metering e Smart Grid | Ecosistema a supporto del gestore idrico

Smart Metering e Smart Grid nel servizio idrico integrato

In quanto servizi di prima necessità, gli impianti che compongono il ciclo della risorsa idrica sono delle infrastrutture critiche, pertanto è necessario che vengano monitorate e misurate con una frequenza elevata. Questo è reso possibile grazie all'ausilio delle nuove tecnologie.

Smart Metering e Smart Grid: impatti sulla gestione della risorsa idrica

Attraverso l’integrazione con le nuove tecnologie, il Sistema Idrico Integrato sta attraversando un processo volto alla massimizzazione del valore aggiunto e dei vantaggi per il gestore e per il cliente finale. Oltre a una maggiore cultura digitale, uno dei fattori che accompagnano l’evoluzione del Sistema Idrico Integrato è la tecnologia applicata ai misuratori, la quale permette il passaggio dai contatori meccanici a quelli statici e a ultrasuoni, garantendo una maggiore velocità e una maggiore precisione della misura, grazie alla mancanza di componenti in movimento all’interno dei nuovi dispositivi. I vantaggi portati in essere da questi possono essere una maggiore frequenza della ricezione del dato, che permette di rilevare i consumi giornalieri e i consumi orari del cliente, oltre a un insieme di informazioni diagnostiche ed ambientali fornite dalla sensoristica a bordo dei misuratori. Le tecnologie di comunicazione che permettono di ricevere le misure e che rappresentano un altro fattore volto all’evoluzione del Sistema Idrico Integrato sono quelle del 5g applicate all’ioT, l’internet delle cose. Tuttavia, sono stati riscontrati ulteriori fattori esterni che, diversamente da quelli descritti in precedenza, non riguardano le nuove tecnologie, ma danno una spinta verso l’innovazione tecnologica del settore. Uno tra questi è la maggiore sensibilità mossa dalla crisi idrica in corso, ma anche la maggiore disponibilità finanziaria, l’Energy-water Nexus (la filiera che comprende l’energia prodotta tramite l’utilizzo dell’acqua) e le spinte normative.

Un ambito su cui si deve lavorare è sicuramente quello di creare una sinergia tra Smart Metering, attraverso cui prendiamo le misure dall’impianto finale della rete, e Smart Network o Smart Grid, con cui misuriamo le pressioni di rete, le portate e monitoriamo gli assets. Questa nuova visione porta a creare una base dati comune tra i due ambiti, le cui informazioni, lette insieme, sono molto più ricche di quelle ottenibili dai singoli sistemi. La combinazione di questi sistemi crea un ecosistema “Smart” in grado di fornire nuovi servizi, quali una migliore manutenzione predittiva per le infrastrutture, una maggiore tempestività, una più efficiente gestione dell’energia necessaria a gestire la risorsa, una maggiore continuità del servizio e un migliore supporto alle decisioni. Possiamo dire che combinare Smart Network con Smart Metering possa agevolare il raggiungimento di tutti gli obiettivi di business.

Intelligenza artificiale: gestire dati e creare valore aggiunto per la gestione della risorsa

A differenza degli algoritmi che operano sulla base di percorsi fissi e stabiliti in precedenza, l’intelligenza artificiale è in grado di adattarsi e di gestire in maniera automatica la grande mole di dati. Questa ha bisogno di “allenamento” e “formazione” sul know-how che applichiamo al settore idrico, ma una volta fornitagli tutti gli input e gli output necessari, è in grado di rilevare, per esempio, il miglior percorso per gli operatori del Field Service Management (FSM) in termini di tempo o distanza percorsa. Questo, integrando ulteriori dati che potrebbero riportare, per esempio, la situazione variabile sul traffico, sui lavori, sulle strade chiuse. Le informazioni ottenute da una distribuzione capillare di sensori lungo l’intera rete, inoltre, possono essere adoperate per “formare” modelli di AI con l’obiettivo di rilevare eventuali perdite oppure di predire possibili falle nel sistema. Un altro aspetto in cui l’utilizzo dell’AI potrebbe svolgere un ruolo molto importante è la previsione del fabbisogno idrico degli utenti finali. Questi dati, oltre ad essere informativi sul loro comportamento, permettono di stimare il quantitativo di acqua che dovrà essere erogato nei diversi momenti della giornata, consentendo quindi una gestione più accorta della rete.

Un importante valore aggiunto nella gestione della risorsa idrica si ottiene superando l’approccio di una digitalizzazione a compartimenti stagni e iniziando a pensare a una digitalizzazione dell’intero processo, dall’immissione della risorsa in rete alla consegna all’utente finale.

Cosimo Parlangeli, Product Manager 

Smart Meter | la bollettazione nel servizio idrico

Scopri come aumentare la frequenza delle letture fino a rilevare i dati sui consumi giornalieri

Potrebbe interessarti anche...

News

22/2/2024

Il nostro impegno nella tutela della risorsa idrica | sosteniamo l'Associazione Idrotecnica Italiana

Leggi di più
Approfondimenti

6/2/2024

Delibera 10/R/2024/com | utenti idrici colpiti dalle alluvioni e dal sisma

Leggi di più
Approfondimenti

2/2/2024

Le utilities idriche e la transizione sostenibile

Leggi di più
Condividi Facebook Whatsapp

Contatti

Ti abbiamo incuriosito? Scrivici!

Saremo felici di approfondire le tue necessità e capire come possiamo diventare il partner ideale per le esigenze di digitalizzazione, innovazione e sostenibilità del tuo business.