Software for sustainable cities
Terranova Logo
  1. News>
  2. Intelligenza Artificiale Un Supporto Per Gli Operatori
Approfondimenti | 6/7/2023

Intelligenza Artificiale | Un supporto per gli operatori

commento a cura di Alessandro nella di terranova sulla intelligenza artificiale come supporto per gli operatori

Negli ultimi anni, le applicazioni dell’intelligenza artificiale sono aumentate in maniera esponenziale grazie a delle performance eccellenti, sia in termini di tempo che di accuratezza. Gli strumenti più conosciuti sono legati al mondo dell’AI generativa, come i servizi di Open AI Dall-E che genera immagini a partire da una descrizione testuale, oppure chatGPT, uno strumento che genera testo, rispondendo a domande, generando codice e altro.

Il mondo delle aziende però, vede ancora abbastanza lontane queste applicazioni: troppo giovani e acerbe per risultare affidabili. Le soluzioni di AI che attualmente trovano più spazio nel mondo industriale, sono quelle che vanno a supportare le attività degli operatori, principalmente, con l’obiettivo di automatizzare ed efficientare i processi e andando, quindi, a sostituire/supportare l’operatore in attività a basso valore aggiunto. Noi di Terranova investiamo ogni giorno in ricerca e formazione per raggiungere uno degli obiettivi che più ci sta a cuore: ottimizzare, attraverso l’automatizzazione, le attività operative in termini di tempo e qualità, e rendere i gestori del servizio idrico competitivi nel mercato delle utilities.

L'Intelligenza artificiale è uno strumento che efficienta processi per la gestione del servizio idrico

Un esempio di come l’AI può intervenire sull’efficienza operativa, è la funzione di classificazione automatica dei ticket. Nel momento in cui un utente invia una richiesta, ad esempio attraverso un’e-mail, un operatore deve prenderla in carico, leggerne ed analizzarne oggetto e corpo individuando, quindi, il problema, registrando la richiesta ed assegnando il ticket all’ufficio competente. La trascrizione della richiesta e l’assegnazione del ticket sono attività onerose in termini di tempo, senza portare valore al processo. L'Intelligenza artificiale (AI), in questo caso, può abilitare la classificazione automatica, andando a prendere l’e-mail direttamente dalla casella, analizzando il contenuto attraverso tecniche di Natural Language Processing (NLP) e, infine, registrando la richiesta associata al cliente ed assegnando il ticket all’ufficio competente. Non solo questo strumento libera l’operatore, che può quindi dedicarsi ad altre attività, ma le analisi necessarie alla classificazione avvengono in frazioni di secondo, riducendo quindi il tempo necessario per la sua risoluzione.

L'Intelligenza artificiale automatizza e incide sui processi massivi

Uno tra i processi massivi che ha importanti benefici dall’elevata automazione è il processo di fatturazione. Ad esempio, potrebbero essere implementati degli strumenti di AI che, attraverso l’utilizzo di alcune informazioni relative allo storico dell’utente, al comportamento di utenti simili e ad informazioni ambientali, riescano ad effettuare una previsione del cashflow. In questo modo, se andassimo a stilare una lista delle spese da affrontare, ad esempio bollette elettriche, manutenzioni, mutui, potremmo utilizzare l’informazione sul cashflow previsto per ottimizzare la distribuzione di bollette nel tempo e, quindi, andare a garantire sufficiente margine per affrontare le spese elencate. Un altro aspetto del processo di fatturazione che potrebbe essere automatizzato con l’ausilio di strumenti basati su AI, è il controllo finale sul pdf della bolletta. Questo controllo viene generalmente effettuato da un operatore su un campione delle bollette generate. Il controllo sulla formattazione del layout, sulla presenza di certe componenti (come QR code o codici a barre) e il controllo sui valori effettivamente inseriti nella bolletta, ad esempio dati anagrafici o importi, possono essere delegati ad un motore di Intelligenza artificiale.

Un altro processo che solitamente è già automatizzato, ma che il Machine Learning potrebbe migliorare, è il calcolo della plausibilità di un consumo. L’obiettivo, in questo caso, è analizzare quali consumi potrebbero essere anomali e andarli a segnalare per ulteriori controlli da parte dell’operatore. Normalmente, l’individuazione di un consumo anomalo avviene attraverso un confronto con lo storico dell’utente: se questo si discosta in maniera decisa dai consumi usuali dell’utente, viene flaggato come non plausibile. Questo processo potrebbe essere raffinato da calcoli statistici e basati su AI che vadano a confrontare il consumo dell’utente non solo con il suo storico, ma anche con i consumi degli utenti simili, con il consumo previsto per quell’utente, andando anche a considerare eventuali situazioni ambientali rilevanti, come le temperature.

Essendo un motore di AI in grado di portare a termine le attività in millisecondi, il suo impiego permette non solo di liberare l’operatore, ma al tempo stesso di rendere il processo efficiente e solido. Inoltre, consente di intervenire su eventuali anomalie di gestione in tempi molto più rapidi e con una capacità, in alcuni casi, anche predittiva.

Alessandro Mella, Innovation Specialist

Webinar archives

Rivivi il webinar "Una gestione efficiente della risorsa idrica: l'Intelligenza artificiale applicata ai processi"

Potrebbe interessarti anche...

News

16/4/2024

La pianificazione degli interventi tramite un sistema di Field Service Management (FSM)

Leggi di più
Approfondimenti

10/4/2024

Casi d'uso di Intelligenza artificiale applicata al settore Utilities

Leggi di più
News

27/3/2024

Terranova e Imperial College London: una partnership all’insegna dell’Intelligenza Artificiale

Leggi di più
Condividi Facebook Whatsapp
Contattaci

Contatti

Ti abbiamo incuriosito? Scrivici!

Saremo felici di approfondire le tue necessità e capire come possiamo diventare il partner ideale per le esigenze di digitalizzazione, innovazione e sostenibilità del tuo business.